Cucina

Confettura di uva nera

Categoria: Marmellate e Conserve

Ingredienti per 600 g di confettura

  • Uva nera 1 kg (sgranata)
  • Zucchero 300 g

Preparazione

Confettura di uva nera, passo 1

Per preparare la confettura di uva nera, assicuratevi di avere tappi nuovi e barattoli sanificati (seguendo le indicazioni del Ministero della Salute riportate in fondo alla ricetta). Quindi iniziate staccando gli acini dal grappolo (1), lavateli accuratamente sotto acqua corrente (2), scolateli e privateli dei semi interni aprendo ogni acino con un coltellino (3)

Confettura di uva nera, passo 2

ed estraeteli a mano (4-5). Versate gli acini in una casseruola capiente (6)

Confettura di uva nera, passo 3

e fateli sfaldare a fuoco medio per circa 20 minuti, avendo cura di rimestare (7). Una volta pronta, togliete dal fuoco e passate l’uva al passaverdure (8), estraendone così succo e parte della polpa (9).

Confettura di uva nera, passo 4

Rimettete il tutto in casseruola, aggiungete lo zucchero (10), mescolate (11) e fate cuocere a fiamma dolce finché non avrete raggiunto una temperatura pari a 108° (ci vorranno circa 20 minuti, consigliamo di utilizzare un termometro da cucina) (12).

Confettura di uva nera, passo 5

Trasferite la confettura ancora calda nei barattoli precedentemente sanificati aiutandovi con un imbuto per un lavoro più preciso (noi abbiamo usato barattoli da 300 g) (13) e chiudeteli (14) avendo cura di creare il sottovuoto (se il tappo al centro farà click-clack una volta che la confettura sarà raffreddata, significa che il sottovuoto non si è creato e la confettura non si può consumare). La vostra confettura di uva nera si potrà consumare dopo circa 2-3 settimane dalla realizzazione (15).

Conservazione

Conservate la confettura di uva nera in dispensa al riparo da fonti di calore e di luce per circa 3 mesi. Se aprite i barattoli, questi vanno conservati in frigorifero e consumati entro pochissimi giorni, noi vi consigliamo 3-4.

Consiglio

Aggiungete due mele tagliate a tocchetti insieme agli acini d’uva e se dovesse piacervi anche il succo di due arance.