Cultura

La ragazza della luna; Lucinda Riley

La ragazza della luna. Book Cover La ragazza della luna.
Le sette sorelle
Lucinda Riley
Giunti
02/01/2019
720

Sinossi 

Sono trascorsi ormai sei mesi dalla morte di Pa’ Salt, e Tiggy, la quinta delle sorelle D’Aplièse, accetta un lavoro nella riserva naturale di Kinnaird. In questo luogo selvaggio e completamente isolato nelle Highlands scozzesi, si dovrà occupare di una razza felina a rischio di estinzione per conto di Charlie, l’affascinante proprietario della tenuta. Qui Tiggy incontra Cal, il guardacaccia e coinquilino, che presto diventerà un caro amico; Zara, la figlia adolescente e un po’ ribelle di Charlie e Zed Eszu, corteggiatore insistente nonché ex fidanzato di una delle sorelle. Ma soprattutto incontra Chilly, un vecchio gitano che sembra conoscere molti dettagli del suo passato e di quello di sua nonna: la famosa ballerina di flamenco Lucía Amaya Albaycín. Davvero una strana coincidenza, ma Tiggy ha sempre avuto un intuito particolare, una connessione profonda con la natura. Questo incontro non è casuale, è parte del suo destino e, quando sarà pronta, non dovrà fare altro che seguire le indicazioni di Pa’ Salt e bussare a una porticina azzurra nel Cortijo del Aire, a Granada. Dai paesaggi incontaminati della Scozia allo splendore assolato della Spagna, “La ragazza della luna” è il quinto episodio della saga delle Sette Sorelle.

“La ragazza della luna” è il quinto capitolo dell’ambizioso progetto nato dalla penna di Lucinda Riley.

Lucinda Riley, l’ormai famosa scrittrice di cui ho già parlato qui, ha creato una saga composta da sette libri, ognuno dei quali è dedicato a una delle sorelle D’Aplièse.

Le ragazze in realtà non hanno legami di sangue tra loro. Infatti sono state tutte adottate ancora neonate da un enigmatico miliardario, che loro chiamano Pà Salt, e sono cresciute ad Atlantis, una magnifica tenuta sul lago di Ginevra. Ad ognuna di loro Salt ha dato il nome di una Pleiade, ma, anziché essere sette, le sorelle sono solo sei.

Purtroppo un giorno il miliardario muore in circostanze misteriose e, assieme all’eredità, lascia ad ognuna delle sue amate figlie una busta contenente le indicazioni per trovare le loro origini.

La ragazza della luna è dedicato alla quinta sorella, Taygete, soprannominata Tiggy.

Tiggy è una ventiquatrenne che adora gli animali e ha fatto in modo di seguire questa sua grande inclinazione. E’ talmente brava nel suo lavoro che pare quasi avere delle doti magiche.

Tiggy ama la natura, la vita tranquilla all’aria aperta e non esita ad accettare un lavoro in Scozia nella tenuta di famiglia del dottor Kinnaird. Il suo compito è quello di reinserire nel loro habitat naturale alcune coppie di gatti selvatici.

La giovane si butta a capofitto nell’impresa, aiutata da Cal, un ragazzo locale che lavora come tuttofare nella proprietà dei Kinnaird con cui condivide un piccolo alloggio.

Grazie al suo carattere dolce e riflessivo, Tiggy riesce a fare presto amicizia con gli abitanti del luogo, soprattutto con la giovane Zara, la figlia diciassettenne del dottore.

Ogni tanto Tiggy sente l’esigenza di andarsene, quasi come se la storia raccontata nella lettera di Pà Salt la stesse chiamando. Infatti, a differenza delle sue sorelle, Taygete è l’unica a sapere con precisione da dove proviene.

La sua città natale è Granada, in Spagna, per la precisione la zona di Sacromonte. Lì si trova un piccolo cortiletto con una porta di legno azzurra a cui la ragazza non dovrà fare altro che bussare per scoprire il suo passato.

A confermarlo c’è la storia di Chilli, un vecchio zingaro, che narra alla protagonista la storia di come lui abbia conosciuto sua nonna, la famosissima “Candela”, una delle più brave ballerine di flamenco del mondo. Chilli afferma che lo stesso spirito che animava la nonna Lucìa ora vive in Tiggy.

Nonostante questo però, per correttezza verso il dottor Charlie Kinnaird, di cui la ragazza sembra essersi innamorata, Tiggy decide di non assecondare la sua curiosità. Probabilmente non si sente ancora pronta o magari ha troppa paura per farlo.

A Tiggy basta vivere nel presente, senza troppe pretese, per essere felice: il passato è passato, il futuro si vedrà. Prima o poi magari riuscirà anche ad andare in Africa a prendersi cura dei grossi mammiferi della savana…

Gli eventi però precipitano: Zed Eszu, un miliardario ospite della tenuta, comincia a farle una corte serrata che sfocia quasi nello stalking. Questo è troppo per la povera Tiggy che, già confusa per i sentimenti che prova verso Charlie, un uomo sposato, decide di fuggire a Granada. E proprio in questa meravigliosa città, Taygete scopre tutto sul “duende”, il dono che la accompagna fin dalla nascita.

Fortificata dall’incontro con i suoi parenti, che le narrano le vicissitudini dei suoi antenati, Tiggy acquista una forza interiore che le permetterà di risolvere un misterioso incidente di bracconaggio che in Scozia le era quasi costato la pelle. Ora che ha capito chi è, Taygete non vuole più nascondersi: è pronta a seguire il destino e a vivere la sua vita da vera protagonista.

La ragazza della luna è il romanzo che in assoluto spicca di più tra i cinque scritti finora.

Fin dal primo capitolo si percepisce che l’autrice ha cercato di renderlo unico: si accenna solo in due righe a dove si trovava Tiggy quando Pà Salt è morto, per esempio, mentre tutti i libri precedenti iniziavano descrivendo molto bene cosa stava facendo la protagonista in quel fatidico momento. Inoltre, i riferimenti alle altre sorelle sono pochi e non pregiudicano la comprensione della vicenda.

Il tratto distintivo de La ragazza della luna si ha proprio nella storia della protagonista, l’unica a sapere già dov’è nata.

Come dice Lucinda Riley (sito ufficiale dell’autrice) l’affinità che sente  verso Taygete l’ha portata a costruire un impianto narrativo più a misura del personaggio.

Lo stile, curato ma mai pesante, rende la narrazione scorrevole e avvincente. Con la sua solita abilità, Lucinda Riley conduce una doppia storia su due piani temporali diversi: quella di Tiggy e quella della sua antenata.

Ben curata e ricostruita la parte storica dove, secondo me, i personaggi risultano di uno spessore maggiore rispetto a quelli del presente. Sicuramente è un romanzo che consiglierei, perché si nota subito l’accuratezza e il lavoro che hanno portato alla sua stesura.

Anche per chi non ha letto quelli precedenti, La ragazza della luna può essere il punto di partenza per scoprire di più sulla serie delle sette sorelle. Non mi resta altro che attendere il prossimo romanzo dedicato all’ultima sorella, quella che si preannuncia la più difficile: Electra.

E il settimo, a chi sarò dedicato visto che le sorelle sono finite? Sono curiosa di vedere cosa tirerà fuori dal cilindro di Lucinda Riley. E voi?

In pillole

Fantastico
Coinvolgente
Originale

L’articolo La ragazza della luna; Lucinda Riley proviene da Blog di libri, recensioni e consigli di lettura. Letto da noi..